Come pulire le fughe delle piastrelle?

Come pulire le fughe delle piastrelle?

Pulire le fughe del pavimento risulta essere un’operazione fondamentale per garantire l’estetica del rivestimento. Infatti lo sporco e i residui che si accumulano all’interno delle fughe delle piastrelle creano uno spiacevole contrasto con il pavimento stesso.

Ciò vale in maniera particolare se il pavimento è in cotto chiaro. Esistono diverse modalità che si possono mettere in atto a seconda dell’entità dei residui e del tipo di materiale utilizzato. Infatti bisogna fare attenzione a non danneggiare le superfici usando prodotti non adeguati. Si devono prestare particolari cure quando si parla di sbiancare fughe di pavimenti in cotto.

Pulire le fughe delle mattonelle con acqua ossigenata e bicarbonato

Per pulire le fughe delle mattonelle si deve preparare una miscela composta da una parte di acqua e tre di bicarbonato. Questa pasta densa deve essere applicata sulle fughe usando un pennello per fughe tra piastrelle oppure un dito. Si consiglia di indossare guanti di gomma durante l’operazione per evitare di irritazioni della pelle.

Seconda fase: pulire le fughe delle piastrelle con aceto

A questo punto si prepara e si versa in una bottiglia a spruzzo una soluzione composta da acqua e aceto in parti uguali. Quindi la si spruzza sulle fughe ricoperte da bicarbonato di sodio. Si nota che il processo di pulizia delle fughe delle piastrelle è iniziato grazie alla formazione di bolle che indicano che il processo naturale di pulizia è iniziato.

Questa fase dura alcuni minuti. Quindi si usa uno spazzolino da denti o una spazzola con setole di nylon per sfregare nel senso della lunghezza tutte le fughe, pulendo con cura anche i bordi e gli angoli. Infine si eliminano i residui lavando il pavimento con acqua. Si consiglia di cambiare spesso l’acqua e di risciacquare il mocio.

Quando si parla di come pulire fughe pavimenti è bene tenere a mente che si tratta di una soluzione molto diffusa e versatile perché in grado di rispettare i colori delle superfici. Specialmente nei pavimenti in cotto, che è un materiale estremamente poroso, usare dei rimedi naturali è sempre la soluzione migliore.

Pulire fughe delle piastrelle con il vapore

Questa soluzione consiste nell’uso di un macchinario pulitore di fughe dei pavimenti: si tratta di uno strumento acquistabile presso i negozi di ferramenta o di bricolage e che consente anche di igienizzare le superfici.

Quando si parla di come pulire le fughe delle mattonelle con questa modalità bisogna tenere a mente che non si usano prodotti chimici, quindi non si rischia di danneggiare il pavimento. Il serbatoio va riempito con acqua e si accende il pulitore per farla riscaldare seguendo il manuale delle istruzioni.

A questo punto pulisci le fughe delle piastrelle con la spazzola in dotazione, così che il vapore possa eliminare le tracce di muffa e la sporcizia. Infine si asciuga il pavimento.

Sbiancare le fughe delle piastrelle

Oltre a pulire le fughe delle piastrelle è possibile anche sbiancarle. Tra le soluzioni più diffuse ci sono l’aceto di mele o il succo di limone. Entrambi devono essere diluiti in acqua. Quest’ultima soluzione consente di pulire le fughe dei  pavimenti e impedire la ricomparsa dello sporco.

In alternativa, possiamo acquistare un pennarello per fughe delle piastrelle in un negozio di rivendita specializzata: anche se noi consigliamo sempre di non utilizzare prodotti chimici, in casi estremi può risultare davvero utile allo scopo. Contatta senza impegno una ditta specializzata se vuoi che siano degli operatori esperti a occuparsi del tuo pavimento in cotto.

Vedi anche  Trattamento cotto fai da te: i nostri consigli

Contattaci gratuitamente

Chiudi il menu
Call Now Button