Piastrelle cotto: schemi posa pavimenti

Piastrelle cotto: schemi posa pavimenti

Per l’installazione del pavimento in cotto è necessario rivolgersi ad aziende specializzate: Trattamento cotto è leader nella realizzazione di schemi posa pavimenti: rivolgiti a noi per una eccellente posa in opera, copriamo tutta la provincia di Roma.

Trattare cotto: cosa significa?

Le piastrelle in cotto richiedono attenzioni particolari già al momento della posa e poi, successivamente, per la pulizia professionale e il trattamento del pavimento. Occorre sempre rivolgersi ai professionisti del settore affinché la superficie mantenga nel tempo la sua bellezza originale.

Il cotto è considerato un pavimento estremamente pregiato ma per conservare la sua bellezza originaria necessita di accortezze particolari. Già dalla posa in opera dobbiamo preoccuparcene: vediamo come opera Trattamento cotto in tal senso.

Schemi posa pavimento

Per quanto riguarda gli schemi posa pavimenti bisogna prima di tutto fare una valutazione degli spazi presenti in casa o in giardino: risulta evidente che una grande superficie permetterà l’utilizzo di piastrelle di grandi dimensioni e dei posizionamenti più originali.

Per le piccole superfici, invece, è meglio optare per gli schemi posa pavimenti più classici, con piastrelle allineate, magari scegliendo forme particolari come ad esempio quella esagonale. Una soluzione sempre elegante è il posizionamento in diagonale o in orizzontale di piastrelle di forma quadrata, ma anche rettangolare. Le piastrelle possono essere sfalsate tra loro oppure no.

Questo è uno degli schemi posa pavimenti che permette di dilatare gli spazi e ben si adatta ad ogni stile, dal più tradizionale a quello più moderno e contemporaneo. Negli spazi più piccoli la posa cotto più adatta è quella a spina di pesce, fatta utilizzando piastrelle di forma rettangolare lunghe e strette.

Vedi anche  Accorgimenti lavoro cotto

In realtà questo è uno schema posa pavimenti che si adatta anche ai grandi spazi: occorrerà però utilizzare listoni più grandi, sempre di forma rettangolare. La spina di pesce si può realizzare anche con piastrelle dalla forma rettangolare meno accentuata: in questo caso il risultato sarà più classico.

Messa in opera pavimento

Nella messa in opera del pavimento vanno considerati anche i colori, che, nei listelli in cotto, possono cambiare e virare dal giallo ocra fino al rosso mattone intenso. Questo accade perché si tratta di materiali naturali.

Chi è attento all’originalità dei lavori e si sente di osare, può anche decidere di mixare forme e colori negli schemi posa piastrelle: accostare listoni di colori e di forme diverse può condurre a risultati sorprendenti, esteticamente molto gradevoli e di sicuro unici.

Anche alternare file in cui le piastrelle sono posizionate in orizzontale ad altre in cui, invece, sono allineate in verticale è una soluzione che dà movimento agli spazi: si tratta di uno schema di posa del pavimento particolarmente adatta su terrazzi e nei vialetti dei giardini.

Spazi che si desidera sottolineare possono essere contornati da listoni decorati, costruendo una cornice introno alla zona centrale della sala da pranzo ad esempio, oppure intorno a una fontana nel giardino. Oppure, in una stanza molto grande si possono impreziosire le superfici intervallando a normali piastrelle altre decorate e realizzate in colori a contrasto.

Una volta scelto lo schema di posa del pavimento più adatto alle nostre esigenze e più vicino ai nostri gusti personali, è importante rivolgersi a un’azienda seria, che sia in grado di posare le piastrelle in maniera corretta e di prestare un servizio di trattamento delle superfici in cotto che sia in grado di preservare il pavimento da macchie e dall’invecchiamento naturale.

Vedi anche  Mattonelle particolari in cotto: scopri i vari formati

L’intervento di posa cotto è solo il primo gradino: i trattamenti di manutenzione del cotto dovranno essere ripetuti nel tempo, a intervalli regolari.

Contattaci senza impegno

Chiudi il menu